Bright Racing Shocks is a patented italian brand, protected by licence , all rights reserved in terms of

design, technologies and manufacturing process.

Edoardo Bonetto,

team VITTORIA - BRIGHT RACING SHOCKS

Photo Credits: ROBERTA BALDO

La cartuccia ACAD e il SetUp

Si parla sempre più spesso di sospensioni preparate con la passione, di telai sviluppati da appassionati....

Tutto positivo, ma ci dimentichiamo cosa significa progettare e sviluppare con mezzi, conoscenza e cognizione di causa, sistemi complessi, non tanto nella loro architettura quanto nella loro risposta dinamica.

La passione deve essere supportata da lunga esperienza e skill specifici nell'applicazione e nella ricerca dei materiali.

Un Tuning, dal punto di vista ingegneristico, non è altro che la calibrazione del sistema verso i requisiti originali di progetto.  

E questa operazione viene fatta apportando operazioni fortemente impattanti e per questo gestite sulla base di parametri legati al design ed al Manufacturing della sospensione.

 

Questo è Design e Sviluppo.

Occorrono anni di esperienza e strumenti dall’analisi complessa per dimensionare camere, spessori, carichi di eccitazione e per stabilire processi relaizzativi molto spesso delicati.  

Occorre poi una grande esperienza nella manualità per creare alla fine un prodotto che unica la tecnologia e l’analisi in un prodotto artigianale.

Il sistema idraulico ACAD

Il sistema ACAD (Anti Cavitation Active Damper) è il cuore del sistema forcella ed è l’elemento che gestisce l’intero comportamento della forcella.

Nelle forcelle BrightRS la cartuccia idraulica racchiude in se anche la gestione della camera pneumatica e si tratta di un sistema globale progettato e sviluppato per il controllo del tuning oltre che per poter effettuare una sostituzione estremamente veloce e semplice sia in caso di guasti che per cambi di set up.

Cartuccia idraulica ad alta efficienza con diaframma precaricato, semplicemente un concentrato di design, tecnologia meccanica e dinamica dei fluidi.

La tecnologia ACAD è il cuore del nostro sistema forcella e, probabilmente, il cuore della stessa Bright Racing Shocks per le prestazioni che esprime.

Oltre 60 pezzi, ognuno progettato con cura, dimensionato, sagomato per ottenere il miglior risultato di precisione e di controllo.

Progettata e sviluppata con l’intento di ottenere la massima efficienza nello smorzamento e di trasmettere la sensazione di una escursione infinita, la cartuccia ACAD, di fatto, se tunata correttamente, non permette mai alla forcella di raggiunge il fondo corsa mantenendo sempre un comportamento altamente reattivo.

La ACAD è una cartuccia sigillata con sistema di compensazione del volume di tipo precaricato che sfrutta un diaframma rigido all’interno di un cilindro ad alta precisione posto in testa al corpo cartuccia.

 

Questo tipo di diaframma pur essendo più costoso nella sua produzione, garantisce alta resistenza alle sollecitazioni e un sostegno costante della sospensione.

Trattandosi di un prodotto destinato alle alte prestazioni e alle competizioni, abbiamo scartato sistemi a vescica o sistemi a doppio tubo fin da subito, perchè non possono raggiungere prestazioni di rilievo sotto carico e alle alte velocità ed abbiamo invece usato tecnologie e materiali che consentissero di raggiungere pesi bassi e resistenza ad elevate pressioni lavorando a lungo nella progettazione dei modelli matematici per calibrare volumi, lunghezze e flussi idraulici e creare una cartuccia stabile e reattiva.

E’ stata disegnata una zona di lavoro negativa completamente idraulica, che non soffre delle incertezze delle camere negative ad aria e che rende la guida fluida, ancora di più alle alte velocità.

In termini di efficienza, tutto questo si traduce nella capacità del sistema di assorbire energia in modo molto efficiente.  Se dovessimo tradurre questo concetto in sfruttamento dell'escursione potremmo dire che per assorbire la stessa quantità di energia (generata dagli impatti con il terreno) di una comune cartuccia idraulica sportiva da Mtb, utilizziamo il 30% in meno di corsa.

Inoltre ci siamo concentrati sulla gestione della progressività della molla pneumatica, disegnando una camera pneumatica cava, di dimensioni ridotte, che permette di ottenere grande elasticità e una curva di progressione molto accentuata.

Se il set up del sistema è corretto, non si raggiunge mai il fondo corsa anche con pressioni di lavoro molto basse.

Perchè sovradimensionare la cartuccia?

E perchè tanto lavoro sui materiali?

L'elevata capacità di assorbimento della cartuccia ACAD è rafforzata anche dalla stabilità della sua struttura.  Maggiore precisione del corpo cartuccia sotto sollecitazione significa mantenere la precisione di smorzamento sotto carichi ripetuti e continui e anche alle alte velocità, dove gli altri sistemi di solito iniziano a perdere efficienza.

Il sovradimensionamento del corpo cartuccia e delle valvole (sopratutto quella di compressione) trova le sue ragioni proprio nel mantenimento della precisione e nella gestione della pressione interna dell'olio.

La cartuccia è interamente realizzata da pieno, con lavorazioni cnc molto precise.  Tutti i pezzi in alluminio sono realizzati in 7075-T73, molte parti sono realizzate in tecnopolimeri ad alta resistenza le cui caratteristiche sfiorano quelle dell'acciaio ma con scorrevolezza impareggiabile.

Le parti principali del sistema vengono levigate a mano, una ad una, prima dei trattamenti superficiali, in modo da garantire scorrevolezza sotto sforzo e durata nel tempo.

Non ultimo aspetto in ordine di importanza, abbiamo integrato in una unica cartuccia anche la molla pneumatica.  Nella forcella F929, equipaggiata con il sistema ACAD, la camera dell'aria è posizionata sotto al corpo cartuccia.  In questo modo le forze antagoniste generate nelle fasi di compressione ed estensione sono sovrapposte e corrono lungo lo stesso asse garantendo una elevata precisione di funzionamento della forcella anche sul forte sconnesso.

Inoltre, sostituendo la sola cartuccia idraulica, si sostituisce l'intero sistema attivo della forcella.

In fase di service questo permette di avere risparmio di tempo ma anche una velocissima diagnosi e soluzione di inconvenienti di funzionamento.

La capacità di abbattere le accelerazioni in fase di compressione è la caratteristica base di un sistema di smorzamento idraulico.

Avere un’efficienza del 30% maggiore significa poter equipaggiare il telaio con minore escursione ed avere stesse prestazioni ma con migliore assetto e reattività.

Per noi è normale pensare in questi termini grazie ad un approccio sistematico e ad analisi mirate.

Guidare su shocks ripetuti come radici o pietre in sequenza o

accelerare in curva con grande stabilità dell’avantreno grazie ad un assetto omogeneo è il nostro obbiettivo.

Oggi è possibile sviluppare una sospensione mettendo insieme esperienza, intuizioni precise e metodi di design e di analisi scientifici e in BrightRS questo è il normale metodo di lavoro.  Un tuning efficace deriva da questi mezzi. 

Il sistema attivo SENSITIVE LOCKOUT

Il sistema denominato SENSITIVE LOCKOUT è anch'essa una tecnologia proprietaria, sviluppata in ambito Fimoco/Bright Racing Shocks, per la gestione del freno idraulico in compressione, legata alle diverse gamme di velocità e di carico.

Per riassumere in modo molto banale, è il vostro tutor, che corregge in automatico errori o incertezze nella guida o che vi permette di rilanciare sui pedali senza farvi perdere aderenza.

La valvola di compressione SL fa parte del sistema di smorzamento integrato nel modulo di gestione della compressione, posto in alto, nella parte più voluminosa del corpo cartuccia.

Si tratta di un valvola a 3 vie + una gestione di sicurezza che salvaguarda la cartuccia in caso di sovraccarichi accidentali molto elevati.

Delle tre vie principali, una è di recupero dell'olio e viene attraversata quando questo ritorna nella camera principale, dopo la fase di compressione.

Le due vie rimanenti gestiscono il passaggio del fluido durante la fase attiva di smorzamento degli shocks.

Di queste, una è regolata manualmente dall'utente mediante il pomello (o la leva) di comando della compressione ed una è gestita automaticamente dal sistema ed è di tipo "sensitivo".

Nota: il sistema SL, è presente su tutte le versioni ACAD sia con comando remoto che con comando diretto sulla testa forcella.

La via denominata "sensitiva" agisce in tempo reale, con velocità di eccitazione misurabili in pochissimi millisecondi e con una attivazione elastica progressiva, non come un "on/off".

Questo permette di contare sul sistema in modo continuativo e diretto, mentre si pedala o mentre si affronta il percorso, senza mai avere una soluzione di continuità tra il lavoro della valvola automatica e quello della parzializzazione manuale.

La particolarità dell'SL è quella di gestire le due vie principali in modo che l'una supporti l'altra e in particolare facendo si che il canale automatico si apra nel momento in cui si presentano dei sovraccarichi di pressione dovuti a sollecitazioni non previste.

Il canale automatico gestisce anche la gamma delle alte velocità in completa autonomia, garantendo extra aperture nel preciso istante in cui queste sono necessarie.

Il sistema elastico che regola il canale automatico può essere fornito in tre diverse "durezze" che corrispondono ad altrettanti comportamenti della valvola.

Per l'uso XC o Marathon si usa solitamente la valvola con valore di durezza 0.8, quella maggiore, e quella con valore 0.6, che corrisponde alla taratura media.

Nel Trail, AM ed Enduro/e-Enduro si utilizza come standard il valore 0.4 (soft) oppure il valore 0.6 se si preferisce avere più controllo nei rilanci e nelle pedalate fuorisella.

 

L’estrema semplicità nella sostituzione della Cartuccia ACAD

Il sistema strutturale della forcella BrightRS è completamente svincolato dalla Cartuccia ACAD e questa può essere smontata senza che la struttura portante della forcella venga a mancare.

Quella che in BrightRS chiamiamo “architettura” è l’insieme formato da:

(Cannotto Sterzo-Testa-Foderi-Guide) + (Steli, destro e sinistro).

Questa architettura è lo scheletro della forcella e sorregge l’intero avantreno.

 

Il sistema ACAD invece racchiude tutti i sistemi di gestione cosiddetti “attivi” che vanno dallo smorzamento idraulico in compressione su tutte le gamme di velocità, al sistema di blocco e sblocco forcella, al sistema idraulico di ritorno fino alla camera pneumatica di compressione e alla sua relativa camera idraulica negativa.

Tutto è racchiuso dentro la cartuccia ACAD e questo rappresenta una rivoluzione importante dal momento che riduce l’intera riparazione e assistenza ad una operazione molto semplice e veloce.

 

 

Come si disinstalla/installa la Cartuccia ACAD

La cartuccia ACAD è alloggiata dentro la gamba sinistra della forcella ed è bloccata e assicurata da un dado di fissaggio ad alta resistenza posizionato sotto il piedino sinistro.

Per estrarla (vedi anche i tutorial video) basta sgonfiare la forcella, smontare il pomello di regolazione del ritorno (colore rosso, sotto il piedino sinistro), svitare il dado esagonale, svitare la testa della cartuccia (ruotando la cartuccia su se stessa in senso antiorario) sopra alla testa forcella ed estrarla.

Con una operazione estremamente semplice si sostituisce l’intero sistema logico della forcella anche a 10 minuti da una gara.

 

 

Cosa è il Tuning Service o Set Up 

(la personalizzazione della cartuccia ACAD)

Il tuning del sistema è l’attività che permette di modificare alcuni parametri base allo scopo di tendere fruibile il sistema stesso ad un corridore/utilizzatore preciso.

Spesso si pensa che il tuning sia una sorta di elaborazione del sistema, in realtà lo scopo del tuning è quello di accordare il sistema di sospensione in modo che il comportamento di questa, stabilito e progettato in fase di ideazione sia quello che il costruttore ha stabilito.

Il nostro lavoro è quello di progettare sospensioni al massimo della performance e siamo specialisti in sospensioni da competizione.

Questo si traduce nello sviluppare un tipo di sospensione che abbia un determinato comportamento che stabiliamo in base all’esperienza nelle gare come anche nell’abilità di progettare sistemi fluidodinamici capaci di garantire un’alta efficienza nell’assorbimento degli impatti.

Il parametro che viene stabilito in fase di progettazione è il “comportamento” che vogliamo.

La fase di tuning è quella che permette al singolo utilizzatore di ottenere il massimo dal sistema.

Ogni atleta è diverso ed ogni atleta/utilizzatore ha peso, altezza, postura, stile di guida, talenti diversi. 

 

Il sistema BrightRS prevede una serie di varianti quasi infinita dei vari componenti attivi (valvole, pistoni, comandi di regolazione ecc..).

Questo ci permette di ottenere un numero enorme di diverse regolazioni alla ricerca della “forcella perfetta”.

Le alte prestazioni di base, che coprono in modo eccellente le aspettative del cliente, rappresentano in molti casi solo una situazione di partenza.

Quando le esigenze agonistiche lo richiedono, il lavoro di tuning porta a miglioramenti molto sensibili che si riflettono in alte prestazioni.

 

Quali aspetti possono essere modificati nel sistema ACAD

L'escursione del sistema

(il sistema ACAD gestisce l'intero assetto del sistema della F929. Per questo, modificando la lunghezza della cartuccia -sostitendola o facendo tunare la propria- si modifica anche la corsa e l'altezza della forcella)

La curva di progressione della molla pneumatica

(Variando le sezioni del pintone pneumatico e la sezione della camera, si modifica la curva di compressione statica, rendendo la forcella più o meno sensibile in partenza, indipendentemente dalla durezza in fondo corsa)

La curva di progressione dello smorzamento idraulico in dinamica

(variando le sezioni dei condotti interni alle valvole e gli elementi elastici che regolano le reazioni del sistema in relazione alla velocità dell'olio, si modifica la resistenza del sistema in relazione alla velocità di compressione)

L'intensità di bloccaggio del LockOut

(Quando una sospensione garantisce sustain e pedalabilità, non serve bloccare al 100%, il sistema ACAD da la possibilità di tarare il LockOut in 3 diverse intensità, 100%, 70%, 40% )

L'autoeccitazione del sistema LockOut

(cioè la taratura del sistema sensitivo SL  -Sensitive LockOut- )

La sensibilità generale della sospensione alle alte velocità

(cioè la capacità della forcella di essere sostenuta anche in frenata o nel single track a forte pendenza)

La stabilità generale alle basse velocità e la "pedalabialità" dell'avantreno

(la capacità di ridurre i movimenti verticali generati dalla pedalata fuorisella)

Il sustain

(la capacità della forcella di essere sostenuta in pedalata, in frenata o nel single track a forte pendenza)

La posizione di lavoro della leva di comando

(personalizzazione della posizione della leva in relazione all'effetto desiderato del blocco totale o parziale)

L'elasticità di risposta della forcella agli impatti di forte intensità

(E' possibile modificare sensibilmente la "pastosità" con la quale la forcella reagisce vicino al fondo corsa in fasi estreme come per esempio l'atterraggio da un salto.)

La modularità del sistema e l’aggiornamento della Cartuccia ACAD

La forcella F929 di BrightRS è concepita come ogni vero componente racing, cioè si basa sulla completa modularità e sostituibilità.

Questo fa si che l’alloggiamento della cartuccia (e dell’intero sistema attivo) all’interno della forcella sia un elemento che non varia mai nel corso dell’evoluzione del prodotto.

In altre parole, ogni versione di cartuccia ACAD prodotta, di qualsiasi anno, è compatibile in modo ottimale in qualsiasi forcella F929 di qualsiasi anno.

Questo è forse l’elemento più caratterizzante del sistema.

In termini tecnici significa che una stessa forcella può cambiare assetto, comportamento, regolazione delle progressioni, solo con un tuning della cartuccia.

In termini di service, significa che un corridore (come un amatore) può tenere una cartuccia di scorta e partire senza preoccuparsi di avere avarie che possano lasciarlo fermo.

In termini economici, significa acquistare una forcella BrightRS oggi, fare le manutenzioni regolari ogni anno/due anni e mantenere il top delle prestazioni facendo solo l’aggiornamento della cartuccia e non dovendo riacquistare una nuova forcella ogni volta che il mercato cambia direzione.

powered by:

FIMOCO Engineering  [logo]  [STILIZZ  st

Fimoco Engineering

FIORILLI SPORT PRODUCTION